SOCIETÀ ITALIANA DI MEDICINA FISICA E RIABILITATIVAThe Italian Society of Physical and Rehabilitative Medicine
44° CONGRESSO NAZIONALE
Bari, 23-26 OTTOBRE 2016

(c) Finsiel/Alinari

LA MEDICINA RIABILITATIVA

Dall’ospedale al territorio

Il dolore nelle disabilità

Tecnologie e metodiche a confronto

Vuoi partecipare al 44° Congresso Nazionale SIMFER?

Presentazione

La città di Bari torna ad ospitare il Congresso Nazionale SIMFER giunto alla 44ma edizione dal 23 al 26 ottobre 2016 presso l'Hotel Nicolaus, dopo 37 anni dall'11mo Congresso organizzato dal Prof. Gianfranco Megna, illustre maestro e fondatore della Scuola Universitaria Pugliese di Medicina Fisica e Riabilitativa, Past-President della S.I.M.F.E.R. e Presidente Onorario di questo evento. Sono consapevole e orgoglioso della grande responsabilità che la Nostra Società Scientifica mi ha affidato confidando sulla presenza di un folto numero di colleghi.

Il Congresso Nazionale si prefigge l'obiettivo di sviluppare e analizzare alcune problematiche legate alle persone con disabilità di varia natura fornendo ai partecipanti utili approfondimenti inerenti i recenti progressi che la Medicina Fisica e Riabilitativa ha conseguito in questo ultimo periodo caratterizzato da una grave crisi economica che impone il ridimensionamento delle risorse da destinare al welfare.

Se da una parte viene richiesta l'appropriatezza di tutte le prestazioni, compresi i ricoveri e le prescrizioni degli ausili dall'altra é auspicabile che venga sempre prevista la presa in carico della persona disabile. Per tale motivo abbiamo voluto approfondire tre topic ben distinti:

  1. la gestione del dolore nelle disabilità (con riferimento ai molteplici aspetti del problema: dagli aspetti biologici a quelli psicosociali, dagli approcci farmacologici ai mezzi fisici, alle nuove frontiere della ricerca clinica);

  2. la presa in carico riabilitativa dall'ospedale al territorio (la formulazione del progetto riabilitativo partendo dall'individuazione delle differenti problematiche esplorate con l'aiuto della ICF, le importanti comorbilità e complicanze come ad esempio quelle cutanee, psicopatologiche, infettive etc., gli aspetti organizzativi in cui saranno ben delineati i vari percorsi - tempi fasi e setting-);

  3. le tecnologie innovative (come ad esempio lo sviluppo di nuovi strumenti di indagine neurofisiologica, analisi del movimento e delle funzioni cognitive, l'uso di apparecchiature robotiche , biomeccaniche, informatiche ed infine le proposte innovative di ausili ed ortesi che permettono di trovare appropriate compensazioni nel caso di menomazioni funzionali non emendabili ecc.) e metodiche a confronto (le proposte di aggiornamento delle tecniche rieducative classiche e quelle di recente applicazione alla luce della EBM).

Siamo senz'altro convinti e fiduciosi che la cornice della nostra città e della Regione, l'ospitalità della nostra gente e gli argomenti trattati possano riscuotere l'interesse di tutti compresi gli specialisti in formazione ai quali é dedicata un'intera sessione.

Quale auspicio si è scelta per la brochure il quadro del Beato Angelico che raffigura uno dei miracoli di San Nicola , protettore della città di Bari, degli “stranieri e visitatori”, sperando di poter contare sulla Sua protezione!

Il Presidente del Congresso
Pietro Fiore

Anche in questo appuntamento congressuale del 2016, La SIMFER mantiene la formula caratterizzata dalla focalizzazione su alcuni argomenti principali, di tipo sia clinico-applicativo che organizzativo, già sperimentata nel 2015. Questa scelta si è rivelata positiva per facilitare l’approfondimento dei diversi temi e la qualità scientifica delle sessioni.

I topics scelti per questo 44° appuntamento nazionale della SIMFER sono di nuovo connessi alle due caratteristiche operative essenziali della Medicina Fisica e Riabilitativa, e in qualche modo rispecchiano emblematicamente “le due facce della medaglia” della professionalità del fisiatra: i due temi della presa in carico della persona con dolore disabilitante e delle tecnologie innovative e metodiche riguardano l’area delle competenze specifiche, cioè delle “clinical skills” da sviluppare continuamente per dare la migliore risposta a “quel” paziente in “quella” specifica condizione. Il tema organizzativo della continuità ospedale-territorio, invece, rimanda al ruolo di “gestore strategico di risorse” che il medico specialista fisiatra deve assumere in modo competente e responsabile se vuole offrire un contributo valido ai processi di governance clinica.

La particolare rilevanza dei temi proposti emerge da diverse considerazioni: il settore del dolore disabilitante è di assoluto interesse per la Medicina Fisica e Riabilitativa vista l’incidenza e prevalenza di queste condizioni, come problematiche a sé stanti o associate ad altre alterazioni funzionali, e visto che nella pratica clinica quotidiana del fisiatra è una delle realtà di più frequente riscontro. Il tema delle tecnologie e delle metodiche richiama il preciso compito che la società scientifica deve avere nel definirne ed aggiornarne i requisiti di scientificità, le indicazioni cliniche e i criteri per il loro uso appropriato, alla luce del continuo progredire delle conoscenze e dell’emergere di nuovi bisogni.

Il tema della continuità della presa in carico nei setting ospedalieri e territoriali è altrettanto cruciale e strategico in quanto strettamente connesso ai principi generali che hanno da sempre ispirato l’azione societaria.

A nome dell’Ufficio di Presidenza e di tutti i Soci ringrazio il collega Pietro Fiore, e tutto il gruppo regionale della SIMFER pugliese, per essersi assunti l’onere di organizzare questo evento, impegnativo e sfidante. Sono certo che il loro impegno verrà ricompensato dalla qualità dei lavori e dal contributo di tutti i soci, che sollecito a collaborare attivamente per confermare ancora una volta la vivacità e la qualità culturale e scientifica della fisiatria italiana.

Il Presidente della SIMFER
Paolo Boldrini

PRESIDENTI E COMITATI

Vuoi conoscere le ultime novità in programma?

Ultime news

Contatti